Italia Filippine

New life in new world

RSS 2.0

Il libretto dei proverbi tibetani

VITA, DESTINO E MORTE   Prima della morte i pensieri di una persona dovrebbero essere bianchi, dopo la morte, bianche le sue ossa. Il fiore di loto sull’acqua non conosce la ragione del suo oscillare. La vita di tutti gli esseri viventi è come bolle sull’acqua. Se la mucca del tuo vicino muore, tu affliggiti per tre giorni. Per la …Continue reading →

Il socialismo applicato

Un professore di economia dell’Università Tech-Texas ha raccontato di non aver mai bocciato nessuno dei suoi studenti, ma che una volta si è trovato invece a dover rimandare una classe intera. Pare che gli alunni di quella classe insistessero sulla presunta efficienza del socialismo, che ritenevano essere un sistema equo. Un sistema in cui non ci sarebbero stati né ricchi …Continue reading →

Hoppe sulla crisi: piccoli Stati indipendenti, buona moneta, meno tasse

Wiwo: Professor Hans Hermann Hoppe, attualmente interventi statali nell’economia hanno certe conseguenze. Molti cittadini desiderano più Stato e meno mercato. Lei come lo spiega? Hoppe: La storia mostra che le crisi alimentano la crescita dello Stato. Questo diventa particolarmente evidente con guerre o attacchi terroristici. I governi sfruttano quelle crisi, per atteggiarsi come risolutori di crisi. Questo vale anche per …Continue reading →

Com’è umano lei…

Sbranato vivo da animali famelici come gli schiavi dell’antica Roma condannati a morte nelle arene. Jang Song-Thaek era il numero due del regime di Pyongyang, nonché zio, poi caduto in disgrazia, del dittatore nordcoreano Kim Jong-Un. Lo scorso dicembre era stato giustiziato, con l’accusa ufficiale di tentato colpo di Stato. Kim Jog-Un lo aveva definito come un drogato, un don …Continue reading →

Gramsci e l’indottrinamento sinistrato

Leggere gli scritti di Gramsci è sempre un esercizio interessante, specialmente per chi non ne condivide la visione del mondo e della società. Di tutta la sua opera, aldilà dell’ideale, è interessante, nonché estremamente attuale il metodo, la prassi teorizzata per il raggiungimento del potere; conoscere bene questa prassi molto aiuta a comprendere alcuni aspetti della realtà politica e sociale …Continue reading →

La migliore barzelletta del 2013

Letta dixit: “abbiamo abbassato le tasse”. Tutti gli antiberlusconiani di professione naturalmente sono scesi subito in piazza con la grancassa ad annunciare la buona novella,  “pravda” al popolo ignorante e grezzo. La parte divertente è che pretendono di spiegare a tutti che sono dei boccaloni a credere ai politici che non sono di sinistra mentre loro sarebbero quelli liberi ed …Continue reading →

Difensori dei lavoratori

Si rispetti «l’umanità delle condizioni di ciascuno». Perché bisogna «dare certezze», mai dimenticarsi della «cura delle persone», specie di quelle che «ciascuno di noi ha intorno a sé». Al lettore digiuno potrebbero sembrare parole di carità pronunciate da Papa Francesco o, magari, il grido di dolore di un clandestino rinchiuso dentro ad un Centro di identificazione temporanea, costretto ad umilianti …Continue reading →

Presepe

Salve, sono Mohamed Venez-Janiì, bambino musulmano di anni dieci. Stamattina ero contento di andare a scuola perché dovevamo andare a vedere il presepe e a festeggiare con i canti di Natale. Invece stamattina la maestra ha detto che per rispetto nei miei confronti si resta in classe e non si festeggia Natale. Gesù Bambino è troppo offensivo per noi islamici, …Continue reading →

Buon Natale

Offerta di auguri Io sottoscritto (d’ora in avanti “l’Augurante”) chiedo al mio interlocutore (d’ora in avanti “l’Augurato”) di accettare senz’alcun obbligo, implicito o esplicito, i buoni auspici più sinceri dell’Augurante (d’ora in avanti “gli Auguri”) affinché l’Augurato possa trascorrere nel migliore dei modi (ove nella frase “migliore dei modi” si sottintende da parte dell’Augurante e si presuppone da parte dell’Augurato …Continue reading →

Intercettazioni

  “In questa conversazione, intercettata alle 16.02 del 24/07/2001, Francesco Cirillo racconta ad un amico, Francesco, chi sono davvero i black block e prende le distanze da Vittorio Agnoletto. Smentisce Il Manifesto che aveva parlato di loro come agenti infiltrati. Svela le loro tecniche ed ammette di aver fatto parte del gruppo a Genova e di essersi portato dietro una …Continue reading →

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: