Italia Filippine

New life in new world

RSS 2.0

Immigrazione

 

Nella vita di un commentatore ci sono dei momenti difficili, perché a certe notizie non sai che chiave dare.
Seriosa-sociologica? Becera-spiritosa? Antipolitica?
Comunque la notizia è la seguente.

C’è un paese, tra Basilicata e Puglia, che si chiama Palazzo San Gervasio e che in questo periodo si riempie di immigrati stagionali che raccolgono pomodori.
Un classico. Un tizio di questo paese, in agosto, è stato derubato di una macchina agricola sicché ha cominciato a indagare sino a individuare il presunto autore del furto, un immigrato romeno.
Però non l’ha denunciato: ha fatto da solo.
Ha avvicinato l’immigrato, l’ha costretto a salire su un’auto e l’ha portato in un capannone isolato.
Qui l’ha torturato: prima con una spranga di ferro, poi gli ha messo una catena attorno al collo e l’ha alzato con una carrucola quasi impiccandolo, facendogli solo sfiorare il terreno coi piedi.
L’immigrato non ha confessato ed finito all’ospedale.
Epilogo: i carabinieri hanno beccato il torturatore e, ieri, l’hanno arrestato.
E chi è?
E’ un politico.
Non basta: è un assessore.
Non basta: è l’assessore all’immigrazione.
Non basta: è di sinistra.
Non basta: in quel paesino che per molti immigrati è un punto d’arrivo, un eden raggiunto dopo lunghi viaggi, il cognome dell’assessore all’immigrazione è Paradiso.

 

razzista

Categories: politica

ivm ivm

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

4 Commenti di spam bloccati finora da Spam Free Wordpress

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: