Italia Filippine

New life in new world

RSS 2.0

Creazione degli stati mentali

Esamineremo adesso le tecniche che ci permetteranno di indurre nelle persone che vogliamo sedurre sentimenti di attrazione e disponibilità nei nostri confronti.
Abbiamo già detto, ma non sarà inutile ripeterlo, che l’obiettivo di ogni comunicazione deve essere un comportamento, e che il comportamento di una persona dipende direttamente dallo stato mentale in cui si trova in quel momento.
Ne consegue che, perché una persona si lasci sedurre da noi, essa deve prima provare sentimenti di attrazione e desiderio nei nostri confronti.
Possiamo, come si fa di solito, lasciare al caso il successo di questa operazione, oppure attivarci per determinarlo coi metodi che ora vedremo.
Indurre uno stato emozionale in un’altra persona può sembrare difficile, ma in effetti è qualcosa che facciamo continuamente; anzi, non è possibile non farlo.
Si tratta solo di renderci coscienti di questa capacità che già abbiamo, e di utilizzarla per i nostri fini.
Vediamo come fare, partendo da considerazioni elementari che ci permettano di capire il meccanismo, tenendo presente quanto spiegato nella prima lezione.

Intanto: ogni parola non è che una descrizione sintetica di qualcosa, che può essere un oggetto, una qualità, un’emozione.
Ogni parola porta con sé un’immagine, e quando io pronuncio una parola, chi mi ascolta, per poter capire quello che io dico, deve richiamare alla mente l’immagine corrispondente.
Non solo, non può fare a meno di farlo!
Se per esempio io vi dico “Non pensate ad un elefante rosa”, è chiaro che penserete precisamente ad un elefante rosa!

Allo stesso modo, il semplice nominare una particolare emozione ci porta a provare, almeno in parte, l’emozione di cui si parla.
Addirittura, quando una parola si riferisce a sensazioni fisiche, ci sono persone che provano le sensazioni fisiche di cui si sta parlando.
Per esempio, io ho un amico che si chiama Riccardo. Questo amico ha una sorella che quando ASCOLTA CON ATTENZIONE qualcuno prova alcune sensazioni particolari.
Intanto prova una sensazione a livello della gola che la spinge a deglutire, e per quanto cerchi di resistere, questo desiderio si fa più forte, e lei DEVE deglutire.
Poi, mentre CONTINUA AD ASCOLTARE, prova una strana sensazione sulla testa, come se ci fosse un insetto che cammina tra i suoi capelli, e COMINCIA A PROVARE UN PRURITO che diventa sempre più intenso, al punto che deve assolutamente grattarsi la testa….

Ora, cos’è successo mentre leggevate? E’ molto probabile che abbiate deglutito e vi siate grattati la testa.
Approfondiremo più avanti questo meccanismo, ma già a questo punto, dovrebbe esserci chiaro il potere che abbiamo a disposizione: utilizzando le parole adatte, potremo indurre qualunque stato emozionale, o addirittura fisico che ci sia utile per i nostri scopi.
Vediamo in dettaglio gli strumenti che useremo.

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

5 Commenti di spam bloccati finora da Spam Free Wordpress

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: